Ristorante biologico Veg Point – Tenna (TN)

by admin on 19 ottobre 2010 · 3 comments

Il ristorante biologico Veg Point a Tenna, in provincia di Trento, si caratterizza per un’atmosfera semplice, calda e accogliente, dove molte luci e colori contribuiscono a conferire un ulteriore tocco di convivialità.
La cucina, che utilizza esclusivamente prodotti biologici e certificati, si basa prevalentemente su ricette di tipo vegetariano e vegano, con numerosi richiami a diverse cucine etniche.
Non mancano anche piatti di ispirazione ehretista.

Orari di apertura: il ristorante bio Veg Point è aperto tutti i giorni, tranne il martedì.

Prezzi: i prezzi variano da un minimo di 24 € ad un massimo di 44 €.

Il locale è situato a Tenna, in provincia di Trento e si può raggiungere dal capoluogo percorrendo l’SS12 e l’SS47 in direzione sud-est verso il Veneto.
La struttura è dotata di un parcheggio esterno.

Per ulteriori informazioni e prenotare:

Ristorante Veg Point

Indirizzo: Via Alberè, 22 – 38050 Tenna (TN)

Numero di telefono: +390461700149 o +393381530768

Ristorante biologico Veg Point – Tenna (TN)

Indirizzo:
Via Alberè, 22, Tenna
Telefono:
+390461700149

{ 3 comments… read them below or add one }

Valentina gennaio 30, 2011 alle 6:32 pm

Posto davvero carino, stile etnico-osteria, molto intimo.Si mangia bene.Se si è da quelle parti vale la pena fermarsi!

Rispondi

phil ottobre 31, 2011 alle 9:54 pm

Mi spiace dissentire totalmente dal commento precedente,ma la mia esperienza in tutta Italia in locali simili mi fa dire che : il locale è anzitutto di difficilissima ubicazione,davvero complicato da raggiungere,posto comè in una sperduta frazioncina.Tutto è raffazzonato,molto modesto come il menu e il servizio:ci accoglie un tipo con una specie di turbante e un pizzetto simil-indiano,probabilmente per dare carattere”etnico” al locale,mentre l’altra persona addetta (due persone per l’intero locale) tradisce un forte accento partenopeo:Il menu’è una accozzaglia di piatti più o meno”etnici”,scopiazzati qua’e la’senza un senso nè un costrutto,nè un filo conduttore. Si va da piatti finto indiani a quache africano ed asiatico,passando per improbabili “creazioni”dello chef: I prezzi sono piuttosto elevati sia per il cibo che per il livello generale del luogo (ben 32 euro per un menu completo).La cena è stata molto deludente ma il top è stato raggiunto con una piadina all’olio d’oliva comprata al “Lidl”(un prodotto che uso da anni e che quindi conosco benissimo),spacciata per “chapati”indù,prodotto totalmente diverso!!!CI SAREBBE DA RIDERE SE NON CI FOSSE DA PIANGERE…..
Una furbata per gonzi che non conoscono gli originali e si sentono “alla moda”mangiando in un locale finto biologico….il tutto con 5 cucchiaini microscopici di salsine,per la modica cifra di 7 euro,come antipasto!!! Tralascio le altre cose,ma il titolare è un furbone,per non dire peggio…si chiude con un caffè fatto con la moka casalinga a 2 euro!!!Per me,un posto da evitare accuratamente.

Rispondi

"gonza che viaggia e conosce gli originali" :-) dicembre 3, 2012 alle 7:21 pm

… riguardo all’ubicazione del ristorante … come si dice da noi in Trentino “l’è el so bel” … infatti dopo aver percorso una strada panoramica da cui si gode una vista spettacolare sul lago di Caldonazzo si giunge in un incantevole borgo … spalancata la porta del Veg Point ci si ritrova in un ambiente familiare, colorato e accogliente … dove si ha la possibilità di fare il “giro del mondo” in un’unica serata … non solo grazie ai meravigliosi scatti appesi alle pareti (opera del cuoco/proprietario) e agli oggetti che raccontano la storia dei suoi numerosi viaggi, ma soprattutto grazie alle pietanze d’ispirazione etnica, arricchite di volta in volta dalla sua creatività … a me, che sono una cliente abituale, è dispiaciuto molto leggere l’ingiusta recensione lasciata da Phil … il commento sui chapati poi è al limite della diffamazione … perché sono preparati freschi sera dopo sera e con ingredienti di prima qualità …
per chi frequenta il locale ormai da qualche anno è impossibile non cogliere nelle pietanze la passione e l’amore che il cuoco vi trasferisce durante la preparazione … ma come Phil sembra aver preso un granchio riguardo alla cameriera (che non è partenopea ma di provenienza laziale) … altrettanto pare averlo preso riguardo al locale e alla cucina … che si contraddistinguono proprio per la loro autenticità … caro Phil ti lasciamo i prodotti della Lidl (di cui sei un buon conoscitore) e i calcoli accurati in euro … lo spirito e la filosofia del Veg Point sono altri …

Rispondi

Leave a Comment